Ecco Immuni, la app è ora disponibile per iOS e Android

Ecco Immuni, la app è ora disponibile per iOS e Android

Ne abbiamo parlato tanto e finalmente, da lunedì 1° giugno, è possibile scaricare “Immuni“, l’app promossa dal Ministero della Salute e realizzata da Bending Spoons, per il tracciamento dei contatti come ulteriore strumento per monitorare la diffusione del coronavirus nel nostro paese e aumentare la sicurezza in questa fase di ripresa delle attività.

Come funziona: gli utenti che scelgono di scaricare l’applicazione riceveranno una notifica che li avvisa del potenziale rischio di essere stato a contatto con una persona che è risultata positiva al virus. Questo permetterà di rivolgersi tempestivamente al medico per ricevere le indicazioni sui passi da compiere. Quando le strutture sanitarie e le Asl riscontrano un nuovo caso positivo, dietro consenso del soggetto stesso, inseriscono un codice nel sistema. A questo punto il sistema invia la notifica agli utenti con i quali il caso positivo è stato a stretto contatto.

Grazie all’uso della tecnologia Bluetooth Low Energy, questo avviene senza raccogliere dati sull’identità o la posizione dell’utente. Immuni riesce quindi a determinare che un contatto fra due utenti è avvenuto, ma non chi siano effettivamente i due utenti o dove si siano incontrati nel totale rispetto della privacy. Tutto questo avviene perché tramite il Bluetooth gli smartphone che hanno Immuni attiva, inviano e scambiano codici casuali.

Una volta scaricata, la app al primo avvio richiede alcune informazioni (molto generiche) sulla regione e la provincia dove si vive. Oltre ad una grafica molto accattivante, nella app sono contenute informazioni utili e le faq sul suo funzionamento, sulla privacy e il trattamento dei dati.

In più il codice alla base dello sviluppo di Immuni è open source e disponibile su GitHub. La licenza è la GNU Affero General Public License version 3.

Dopo una prima fase di sperimentazione, che partirà l’8 giugno nelle regioni di Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia, Immuni sarà operativa su tutto il territorio nazionale. Nel frattempo però l’app è già disponibile su App Store e Google Play ed è stata scaricata da oltre 500mila persone, un’ottima partenza se si pensa che per essere efficace l’app dovrà essere attivata dal 50 o 60% della popolazione.

Un ultimo dettaglio fondamentale è che questa app per essere scaricata ed essere funzionale necessità alcuni requisiti di sistema ovvero: per quanto riguarda iOS. i dispositivi dovranno necessariamente aver installata la versione 13.5 o superiore, mentre per Android i dispositivi saranno supportati se rispetteranno tre requisiti: sistema operativo aggiornato ad Android 6 (Marshmallow, API 23) o superiore; Google Play Services versione 20.18.13 o superiore; Bluetooth Low Energy.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Per maggiori informazioni consultate il sito ufficiale: https://www.immuni.italia.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *