Buoni propositi per il 2018

Buoni propositi per il 2018

Il 2017 è ormai giunto al termine e, come ogni anno, è arrivato il momento dei bilanci e dei buoni propositi per l’anno che sta arrivando. 

Il 2017 è stato un anno che mi ha visto in giro per l’Italia per partecipare ad eventi come il Festival del Giornalismo di Perugia e tenere corsi di formazione, l’ultimo proprio il 23 dicembre a Roma presso il Cesiss. Un anno che ha portato nuove collaborazioni, dopo l’ormai consolidata con Cittadini di Twitter e con il Cerchio Blu, è arrivato Piano C – il mio spazio su Il Giornale della Protezione Civile. Un anno che mi ha permesso di ampliare i temi di mia competenza, non più solo comunicazione legata al mondo della protezione civile, ma anche al mondo della mobilità e dei trasporti grazie al mio lavoro quotidiano a Muoversi in Toscana e a quello della Polizia Locale. Il 2017 è stato anche l’anno di Pasocial, associazione, di cui faccio parte, dedicata alla nuova comunicazione della pubblica amministrazione. E naturalmente quest’anno mi ha permesso di consolidare questo spazio, il mio blog, da cui è partito praticamente tutto, che sta continuando a crescere con me e da alcuni giorni è addirittura passato in https.

Non so cosa ha in cantiere per me il 2018, ma questi sono alcuni buoni propositi che spero di concretizzare (ne riparliamo alla fine di dicembre del prossimo anno!):

  • continuare a girare l’Italia per partecipare ad eventi e corsi di formazione (sia come docente che non). La comunicazione in emergenza, sopratutto se legata ai social network, è in continua evoluzione per questo è fondamentale tenersi continuamente aggiornati ma soprattutto, la cosa più bella, è il continuo scambio di idee, punti di vista, esperienze con tutte le persone anche con background diversissimi che partecipano a queste iniziative.
  • studiare, studiare, studiare e scrivere, scrivere, scrivere.
  • dare il mio contributo all’associazione Pasocial e, nello specifico, per il tavolo di lavoro 9 dedicato proprio alla comunicazione in emergenza e i social network.
  • incontrare persone, social media manager, volontari, operatori che ogni giorno si occupano di questo tema, per un continuo e proficuo scambio di opinioni e di crescita
  •  aggiornare il blog l’ho già detto? 🤔
  • e per ultimo, ma non per importanza, spero che nel 2018 possa ripartire SocialProCiv, il progetto del DPC sui social network per la protezione civile.

6 buoni propositi, belli corposi, che mi impegnerò a portare avanti.

Ma soprattutto è e sarà possibile anche grazie a tutti voi che continuate a leggermi e seguirmi. Buon anno!

BuonAnno

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *