Coronavirus, le nuove abitudini online tra videochiamate e aperitivi virtuali

Coronavirus, le nuove abitudini online tra videochiamate e aperitivi virtuali

A più di un mese da quando è iniziata la quarantena, abbiamo ormai interiorizzato questa nuova routine casalinga e fatto dei social network un valido alleato per mantenere vive le relazioni e sconfiggere la solitudine.

Blogmeter ha attivato un Osservatorio continuo su “Italiani e Social Media in tempo di Coronavirus”, per comprendere l’evoluzione della vita (social e non) e dei consumi nel Paese. Continua a leggere “Coronavirus, le nuove abitudini online tra videochiamate e aperitivi virtuali”

Ecco “Immuni” la app italiana per tracciare i contagi da Coronavirus

Ecco “Immuni” la app italiana per tracciare i contagi da Coronavirus

Proprio ieri sul blog vi ho presentato la collaborazione tra Apple e Google per sviluppare un sistema di tracciamento dei contatti con persone risultate positive al virus e monitorare la diffusione del contagio. Questo sistema potrebbe arrivare presto sotto forma di app in Italia. Si chiama “Immuni”, l’applicazione sviluppata da Bending Spoons, società milanese primo sviluppatore per Ios in Europa, in collaborazione con il Centro Medico Santagostino (CMS), incaricata con un’ordinanza resa pubbliche nella serata di giovedì 16 aprile, dal commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 Domenico Arcuri. Con questo atto viene disposto la stipula del contratto che darà ufficialmente il via al processo di messa in funzione dell’app per la raccolta di informazioni utili al tracciamento dei contagi da coronavirus. Continua a leggere “Ecco “Immuni” la app italiana per tracciare i contagi da Coronavirus”

Coronavirus: la comunicazione istituzionale passa da social, chat e smart working

Coronavirus: la comunicazione istituzionale passa da social, chat e smart working

Prosegue in questa fase di emergenza il lavoro dell’Osservatorio nazionale sulla comunicazione digitale di PA Social e Istituto Piepoli che ha pubblicato una ricerca che indaga proprio alcuni aspetti che si sono affermati in questo periodo ovvero lo smart working e l’utilizzo di social e chat da parte degli italiani. Continua a leggere “Coronavirus: la comunicazione istituzionale passa da social, chat e smart working”

Coronavirus, Apple e Google lavorano insieme ad un sistema di tracciamento

Coronavirus, Apple e Google lavorano insieme ad un sistema di tracciamento

Se vogliamo trovare un punto di vista positivo sull’emergenza in corso c’è sicuramente la capacità di mobilitare le persone verso una causa comune, quella di fermare la diffusione del virus. Tantissime aziende, dai grandi colossi alle pmi, imprenditori, makers, scienziati e tanti altri si sono attivati per individuare e sperimentare soluzioni tecnologiche (e non solo) per questa emergenza. Non deve così stupire l’accordo siglato tra Apple e Google per sviluppare un sistema condiviso di tracciamento basato sulla tecnologia Bluetooth dei nostri dispositivi per aiutare i governi e le agenzie sanitarie a ridurre i contagi da coronavirus. Continua a leggere “Coronavirus, Apple e Google lavorano insieme ad un sistema di tracciamento”

Coronavirus e fake news: proviamo a fare un po’ d’ordine

Coronavirus e fake news: proviamo a fare un po’ d’ordine

L’emergenza sanitaria legata al coronavirus ha portato all’estremo alcuni fenomeni legati alla comunicazione come l’infodemia e naturalmente la diffusione di fake news. Se da un lato il fenomeno delle fake news è sempre presente e non nasce con i social network, in questa emergenza le notizie false e le bufale si concentrano quasi esclusivamente sul coronavirus e ha preso ancora più forza grazie a Whatsapp, dove nelle chat e nei gruppi vengono condivisi messaggi e documenti di dubbia natura e dalla fonte ignota. Continua a leggere “Coronavirus e fake news: proviamo a fare un po’ d’ordine”

Come stanno cambiando i nostri comportamenti online

Come stanno cambiando i nostri comportamenti online

L’impatto che sta avendo sui nostri comportamenti l’emergenza sanitaria in corso è chiaro ed evidente a tutti. Alcune delle nostre principali libertà sono state sensibilmente ridotte per il bene comune. Se da un lato abbiamo riscoperto la gioia della pasta fatta in casa o della pizza anche i nostri comportamenti e consumi online sono notevolmente cambiati. Continua a leggere “Come stanno cambiando i nostri comportamenti online”

Webinar e dirette Facebook sulla comunicazione da non perdere

Webinar e dirette Facebook sulla comunicazione da non perdere

Dopo i consigli di lettura per comunicatori e disaster manager, oggi vorrei suggerirvi alcuni webinar e dirette Facebook da seguire o recuperare per continuare questo percorso di studio e approfondimento delle tematiche legate al nostro lavoro e alla comunicazione pubblica e d’emergenza mentre restiamo a casa. Continua a leggere “Webinar e dirette Facebook sulla comunicazione da non perdere”

Consigli di lettura per comunicatori e disaster manager

Consigli di lettura per comunicatori e disaster manager

In queste giornate più lunghe, scandite da una corsetta tra una stanza e l’altra di casa, una passeggiata con il cane e un po’ di aria fresca in terrazza, c’è sicuramente tempo da dedicare allo studio, alla lettura e all’approfondimento di tematiche legate al nostro lavoro, alla comunicazione e al disaster management, anche per evadere dalla valanga di informazioni sul coronavirus che ogni giorno ci bombarda. Continua a leggere “Consigli di lettura per comunicatori e disaster manager”

Come cambia il piano editoriale in caso di emergenza

Come cambia il piano editoriale in caso di emergenza

Mai come adesso abbiamo compreso l’importanza del piano editoriale, lo strumento che ci permette di pianificare i contenuti da pubblicare sui canali social che gestiamo. Il piano editoriale è uno strumento flessibile che ci consente di organizzare i contenuti sulla base di rubriche, temi, ricorrenze ma, come in questo caso, anche di emergenze e crisi in corso. Grazie a questa tabella, perché ricordiamocelo, per fare un piano editoriale basta un foglio excel, possiamo rimodulare i contenuti che possono risultare fuori luogo, spostandoli a data da destinare. Continua a leggere “Come cambia il piano editoriale in caso di emergenza”