Telegram festeggia 400milioni di utenti e annuncia nuove funzioni

Telegram festeggia 400milioni di utenti e annuncia nuove funzioni

Ormai lo abbiamo capito, in questa quarantena siamo diventati avidi consumatori di tutto quello che è online e esperti di qualsiasi programma o app che ci permette di rimanere in contatto con amici, parenti, familiari e per lavorare in smart working. Ed è proprio in questo periodo che Telegram ha annunciato, in un lungo post sul blog, di aver raggiunto i 400 milioni di utenti mensili, rispetto ai 300 milioni di solo un anno fa.

Ogni giorno almeno 1,5 milioni di nuovi utenti si iscrivono a Telegram. Funzionalità come cartelle, archiviazione cloud e supporto desktop rendono Telegram ideale per il lavoro e lo studio da remoto durante questa quarantena.

Le statistiche di Telegram sono da sempre un grande punto interrogativo, non sappiamo di preciso quanti sono gli utenti che utilizzano questa piattaforma in Italia (si stima che siano attorno ai 9 milioni, ma potrebbero essere cresciuti ampiamente in questo periodo), ma anche senza avere chiara la distribuzione nel mondo degli utenti è ormai la vera alternativa a Whatsapp grazie alle funzioni che la contraddistinguono.

Continuando sul blog si legge: “Quando abbiamo lanciato Telegram 7 anni fa, abbiamo ipotizzato che le persone avrebbero sempre scelto libertà e qualità piuttosto che restrizioni e mediocrità… L’attuale blocco globale ha evidenziato la necessità di uno strumento di comunicazione video affidabile. Le videochiamate nel 2020 sono molto simili alla messaggistica nel 2013. Esistono app sicure o utilizzabili, ma non entrambe. Vorremmo risolvere il problema e ci concentreremo sul portare videochiamate di gruppo sicure nel 2020. Quando saranno pronte, sarete i primi a saperlo, promesso”.

Non solo festeggiamenti per il traguardo raggiunto, ma anche annunci di nuove funzioni. Oltre alle videochiamate, Telegram ha annunciato di aver migliorato i Quiz aggiungendoli a sondaggi, che potranno essere utilizzati anche a scopo didattico, in più sono state apportate alcune migliorie come un nuovo menù per gli allegati per app su Android e una directory per gli adesi che sono arrivati a superare i 20 mila.

Insomma, tutte notizie positive che ci invitano ancora di più ad utilizzare questa piattaforma e a sfruttare tutte le sue potenzialità, dall’altra proseguono però i provvedimenti per far chiudere alcuni canali, problema che prima o poi Telegram dovrà affrontare di petto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *