Apple e Google lanciano Exposure Notification Express per il tracciamento dei contatti

Apple e Google lanciano Exposure Notification Express per il tracciamento dei contatti

Apple e Google continuano a lavorare insieme per sviluppare ed implementare soluzioni per facilitare il tracciamento dei contatti da Covid-19. L’ultima novità introdotta è l’Exposure Notification Express, soluzione che mira ad aiutare quei Paesi che non hanno risorse economiche per sviluppare una propria app per il tracciamento dei contatti.

Questo sistema è già attivo sui dispositivi Apple con l’aggiornamento del sistema iOS 13.7, uscito proprio ieri, mentre Google lo renderà disponibile per tutti i dispositivi da Android 6.0 e successivi entro la fine del mese.

Con l’introduzione di questa soluzione tecnologica, gli utenti non dovranno più scaricare e installare una app dedicata al tracciamento dei contatti, ma sarà il sistema operativo iOS a fare il lavoro sporco, mentre per Android sarà una app auto-generata da Google Play ad occuparsene.

Le autorità sanitarie o i Paesi che sceglieranno di adottare questo sistema dovranno inviare ad Apple e Google i propri messaggi informativi personalizzati, le informazioni su come devono essere attivate le notifiche di esposizione e le istruzioni da seguire dopo aver ricevuto l’avviso, oltre ai server dove saranno registrati i contatti ottenuti dal tracciamento attraverso il Bluetooth.

Negli Stati Uniti, Washington DC, Maryland, Nevada e Virginia saranno i primi ad adottare l’Exposure Notification Express. Per quanto riguarda l’Italia, invece, Immuni resta la app principale per il tracciamento dei contatti. La app è stata scaricata solo da 5 milioni di utenti, numeri ancora bassi rispetto a quelli necessari per un efficace funzionamento.

Nel nostro paese potrebbe essere adottato l’Exposure Notification Express per i dispositivi iOS, in quanto permette a chi non ha scaricato Immuni di ricevere una notifica per attivare il sistema integrato nel sistema operativo. In questo modo l’Iphone si collegherebbe ai server e attiverebbe il tracciamento dei contatti anche senza aver installato Immuni. Mentre per quanto riguarda Android l’applicazione dell’Exposure Notification Express non è così efficace perché andrà a creare un doppione di Immuni da scaricare certamente meno completo rispetto alla app ufficiale.

Per maggiori informazioni: Apple – Supporting Exposure Notifications Express

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *