EENA Conference 2019: le nuove tecnologie a supporto delle emergenze

EENA Conference 2019: le nuove tecnologie a supporto delle emergenze

Lo studio e la formazione continua sono un elemento imprescindibile e un requisito fondamentale, se non obbligatorio, per molte professioni. L’aggiornamento sui temi legati alla comunicazione delle emergenze e i social network ricopre poi un fattore cruciale data la continua evoluzione degli strumenti digitali e delle dinamiche online. La partecipazione ad eventi, conferenze e workshop è così molto importante ma non sempre possibile, fortunatamente anche in questo caso ci vengono in aiuto le nuove tecnologie che ci permettono di seguire in diretta gli eventi o approfondire le tematiche in un secondo momento.

Tutta questa introduzione per segnalarvi che sono online i video e le presentazioni dei relatori della European Emergency Number Association (EENA) Conference 2019, che si è svolta dal 10 al 12 aprile a Dubrovnik, in Croazia.

Come ogni anno, l’evento è uno spazio dove affrontare le principali sfide dei servizi di emergenza e discutere delle opportunità più promettenti.

Il programma comprendeva, in estrema sintesi, questi temi:

  • droni per la sicurezza pubblica, la ricerca e il salvataggio di persone,
  • nuove applicazioni di emergenza per smartphone,
  • Next Generation 112,
  • questioni normative legate alla nuova normativa europea sulla privacy (GDPR) a cui i servizi di emergenza devono aggiornarsi,
  • disastri naturali e cambiamenti climatici,
  • il potenziale dei social network per le emergenze,
  • Intelligenza Artificiale,
  • formazione e benessere dei call-taker e dei dispatcher,
  • Pemea, di cui vi ho parlato in questo articolo,
  • Advanced Mobile Location … e molto altro ancora.

Ho attirato la tua attenzione e vuoi saperne di più? Clicca qui per consultare le presentazioni dei relatori o vai su YouTube dove sono disponibili i video dei panel.

Buona formazione e segnate in calendario l’edizione del 2020 che si terrà a Riga dal 1° al 3 aprile!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *