Resilienza: per definizioni e per immagini

Resilienza: per definizioni e per immagini

Quale significato ha per voi la parola resilienza? La definizione di questa parola ha tante sfumature che dipendono dal campo dove si applica. In ecologia e biologia, la resilienza è la capacità di una materia vivente di auto-ripararsi dopo un danno, o quella di una comunità o di un sistema ecologico di ritornare al suo stato iniziale, dopo essere stata sottoposta a una perturbazione che ha modificato quello stato. In psicologia, la resilienza è la capacità di far fronte in maniera positiva agli eventi traumatici. Nel risk management, la resilienza è la capacità intrinseca di un sistema di modificare il proprio funzionamento prima, durante e in seguito ad un cambiamento o ad una perturbazione, in modo da poter continuare le operazioni necessarie sia in condizioni previste che in condizioni impreviste. Nell’ambito della protezione civile, invece, si intende la capacità di una comunità di affrontare gli eventi calamitosi, di superarli e di uscirne rafforzata o addirittura trasformata.

Secondo me, il termine resilienza può essere rappresentato anche per immagini. Questa riflessione ha preso corpo durante una trasferta in Liguria dove ho scoperto il piccolo borgo di Bussana Vecchia, in provincia di Imperia.

Prima di chiamarsi Bussana Vecchia, questo borgo si chiamava semplicemente Bussana. Purtroppo però nel 1887 è stato semidistrutto da un terremoto. Se il paese ha trovato nuova vita ed è stato ricostruito su una collina più avanti prendendo il nome di Bussana Nuova, il borgo (o quel che ne rimaneva) è rinato grazie a tanti artisti italiani e stranieri che lo hanno abitato e vi hanno portato i propri studi. Oggi tra le rovine di una casa o di una chiesa troviamo laboratori di ceramica, studi di pittori, piccoli ristoranti a km 0 e tante installazioni artistiche. Ogni angolo di questa piccola realtà trasmette forza, gioia e tanta creatività.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco Bussana Vecchia, secondo me, è un bell’esempio di resilienza. E voi cosa ne pensate? Avete altri esempi o altre immagini con cui rappresentate la parola resilienza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *