14° Giornata della Protezione Civile di Sesto Fiorentino: ecco come è andata

14° Giornata della Protezione Civile di Sesto Fiorentino: ecco come è andata

Sabato 5 ottobre si è svolta la 14esima edizione della Giornata della Protezione civile di Sesto Fiorentino (FI), iniziativa dedicata ad esercitazioni, dimostrazioni e all’incontro tra la popolazione e i tantissimi enti e associazioni che fanno parte del sistema di protezione civile.
Su Il Giornale della Protezione Civile vi ho già lasciato la mia riflessione su questa iniziativa dal punto di vista strategico e comunicativo (se l’avete persa potete recuperarla a questo link), mentre ora vi racconto come è andata e le attività che sono state messe in campo.
La giornata si è aperta con le note dell’Inno di Mameli e i saluti del sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi:

Subito dopo, sempre alla presenza del sindaco, dell’assessore Diana Kapo e del comandante della polizia locale Paolo Bagnoli, sono stati consegnati gli attestati di partecipazione agli studenti che nello scorso anno scolastico hanno seguito le lezioni di protezione civile.

Chiusa la parentesi istituzionale, via libera alle associazioni e agli enti di protezione civile del territorio che hanno coinvolto le persone e i ragazzi presenti in piazza in tante e diverse attività sulla prevenzione e la conoscenza del sistema…

Senza dimenticare il lato social dell’iniziativa grazie alla cornice personalizzata per Instagram e le IG stories.

Nel pomeriggio poi si è fatto sul serio, senza risparmiare sul fuoco…

inseguimenti della polizia…

e la maxi-esercitazione dove è stato simulato l’incendio del palazzo comunicale e il salvataggio di persone e opere d’arte.

Naturalmente tutto questo nasce dal servizio di protezione civile del Comune di Sesto Fiorentino e la collaborazione dei tanti enti, associazioni e sponsor che hanno partecipato e sostenuto questa iniziativa.

Da Sesto Fiorentino con il timelapse della giornata è tutto, l’appuntamento è per il 2020 con la 15esima edizione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *