Tanti eventi in tutta Italia per la Settimana nazionale della Protezione civile

Tanti eventi in tutta Italia per la Settimana nazionale della Protezione civile

Questa mattina il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha presentato la prima edizione della “Settimana nazionale della Protezione Civile” e gli eventi di carattere nazionale e locale, che la animeranno.

Questa iniziativa ha come obiettivo la diffusione della conoscenza e della cultura di protezione civile, allo scopo di promuovere e accrescere la resilienza delle comunità attraverso l’adozione di comportamenti consapevoli e misure di autoprotezione da parte dei cittadini, favorire l’informazione alle popolazioni sugli scenari di rischio e le relative nuove norme di comportamento, oltre a quelle inerenti alla moderna pianificazione di protezione civile.

La Settimana della Protezione civile si svolgerà in tutta Italia dal 13 al 19 ottobre, in concomitanza con la Giornata internazionale per la riduzione dei disastri naturali, dichiarata dall’Organizzazione delle Nazioni Unite e sarà aperta dalla nona edizione della campagna nazionale “Io non rischio”, presente in oltre 850 piazze italiane e più di volontari coinvolti.

Sono numerosi e diversi gli eventi in programma di carattere nazionale e territoriale: dalle conferenze a cui partecipano gli esponenti della comunità scientifica, alle attività di diffusione della conoscenza di protezione civile rivolte a tutti gli studenti, dai più piccoli ai giovani che si affacciano al mondo dell’Università. E non solo…

La giornata di lunedì 14 ottobre sarà dedicata alla cultura della protezione civile nelle scuoleCultura è…protezione civile – e l’incontro con la comunità scientifica –  La scienza per la Protezione civile – che opera nell’ambito del Servizio Nazionale della Protezione Civile, con un focus sulla comprensione dei rischi tra monitoraggio, sorveglianza, previsione e attività di prevenzione. La settimana proseguirà con un convegno organizzato da Ispro sul mondo del volontariato – 15 ottobre Roma, Roma, “Prevenzione e sicurezza nel mondo del volontariato, quali scenari e quali possibilità” – uno a L’Aquila sulla scuola e le politiche di prevenzione dei rischi – L’Aquila, “La scuola al centro delle politiche per la prevenzione dei rischi e la sicurezza dei bambini e dei ragazzi” – due ulteriori approfondimenti sulla scienza per la protezione civile – 16 ottobre Savona, la Fondazione Cima dedica una giornata di approfondimento a “La scienza per la Protezione Civile”e a Rende, “La scienza per la protezione civile: ricerca, formazione, internazionalizzazione, innovazione tecnologica” – e una giornata di studi sul rischio idrogeologico a cura del centro per la Protezione Civile dell’Università di Firenze – 17 ottobre “La scienza per la Protezione Civile: rischio idrogeologico”.

Questa settimana di iniziative si concluderà con la maxi esercitazione dei Campi Flegrei “EXE Flegrei” che testerà, dal 16 al 20 ottobre, la capacità del sistema di protezione civile di evacuare la popolazione in caso di dichiarazione di fase di allarme per l’eruzione del vulcano dei Campi Flegrei caratterizzato da numerose caldere sottostanti il territorio di Pozzuoli, Napoli e diversi altri comuni della zona. Un’esercitazione di carattere nazionale che vedrà la partecipazione delle regioni gemellate con la “zona rossa” nell’ambito del piano di protezione civile nazionale.

Ma non è finita qui… durante la conferenza stampa Borrelli ha annunciato che procede lo sviluppo di IT Alert che consentirà l’invio di comunicazioni di allertamento tramite sms sulla base della cella telefonica a cui è agganciato il nostro cellulare, oltre allo sviluppo di una applicazione con la collaborazione di AGID, tutto questo sarà attivo dal primo luglio 2020.

In più, vi ricordo che dal 10 ottobre al 3 novembre a Firenze potrà essere visitata la mostra itinerante “Terremoti d’Italia”. Si tratta di un’importante occasione per conoscere i terremoti dal punto di vista scientifico, indagandone le diverse modalità di osservazione e misura ed approfondendone gli effetti e i rischi connessi.

Qui sotto potete rivedere la conferenza stampa di presentazione della Settimana nazionale della protezione civile:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *