Come ti rilancio online e offline la protezione civile: la best practice di Sesto Fiorentino (FI)

Come ti rilancio online e offline la protezione civile: la best practice di Sesto Fiorentino (FI)

Comunicare la protezione civile alla cittadinanza è probabilmente una delle attività più complesse da sviluppare, sia perché ci sono molti luoghi comuni e credenze radicate, sia perché difficilmente riusciamo a convincere le persone a partecipare a incontri dedicati al piano di protezione civile (se non già direttamente coinvolte nel sistema). Per questo diventa fondamentale arrivare alle persone nei luoghi che frequentano maggiormente, se non quotidianamente, come la piazza sia virtuale che reale. Uno degli strumenti più utilizzati per dialogare con i cittadini online sono i social network, questo diventa possibile grazie alla creazione di account ufficiali sui social. Profili che devono essere presidiati e aggiornati, e dove è curato al massimo il rapporto con le persone, sia nella scelta del linguaggio da utilizzare (privo di tecnicismi e termini burocratici) che nell’attenzione alle risposte precise e puntuali ai commenti e contenuti prodotti dagli utenti. Questo posizionamento consapevole sui social vale per tutte le istituzioni, enti e brand che scelgono i social network per comunicare, ma deve valere maggiormente per gli account che si occupano di protezione civile e di prevenzione perché la conoscenza e la diffusione di questi temi può arrivare a salvare delle vite umane.

Vuoi sapere cosa c’entra la protezione civile di Sesto Fiorentino? Leggi l’articolo completo su Piano C – Il Giornale della Protezione Civile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *