4 nuove funzioni di Facebook Safety Check

4 nuove funzioni di Facebook Safety Check

Safety Check, lo strumento sviluppato da Facebook che permette agli utenti della piattaforma di dire che stanno bene a familiare e amici, si evolve e introduce 4 nuove funzioni, che vanno ulteriormente a rafforzare l’importanza di questa piattaforma durante le emergenze.

Queste le novità:

  • Raccolta fondi: le persone, ad oggi solo degli Stati Uniti, avranno la possibilità di avviare una raccolta fondi dall’interno di Safety Check. Le persone saranno in grado di creare o donare somme di denaro, attraverso la piattaforma di Facebook, per sostenere cause caritatevoli o per aiutare persone in difficoltà. Grazie alla raccolta fondi le persone al di fuori delle zone colpite potranno offrire un aiuto concreto.
  • Community help: questa funzione sarà disponibile da desktop e durante ogni situazione di crisi in cui sarà attivato Safety Check e permette agli utenti di dare o trovare aiuto.Community Help Desktop
  • Condividere una nota personale nel newsfeed di Safety Check: le persone potranno aggiungere ulteriori commenti e contenuti oltre allo “Stai bene”. Dopo una emergenza gli utenti tendono a condividere informazioni aggiuntive per rassicurare gli amici e parenti, oltre a fornire più informazioni sulla crisi. Per rendere più facile questa attività è ora possibile aggiungere una nota personale dentro Safety Check che apparirà nel feed che si genera automaticamente quando le persone si contrassegnano come in sicurezza.
  • Descrizioni della crisi: per contribuire a fornire un contesto aggiuntivo sulle crisi in corso e assicurarsi che le persone dispongano delle informazioni necessarie, Facebook andrà ad aggiungere una descrizione più dettagliata sulla crisi, fornita dalla NC4, agenzia che si occupa di sicurezza.

Safety Check Flow 1Insomma, Facebook Safety Check sta diventando un elemento imprescindibile durante le emergenze, continua la sua evoluzione andando ad interiorizzare alcune funzioni, come quella del Community Help con lo scambio di richieste d’aiuto e la solidarietà degli utenti, tipiche delle relazioni tra gli utenti sui social quando si verifica un evento di crisi. Oltre a questo, negli ultimi due anni, Safety Check è stato attivato più di 600 volte e ha notificato alle persone che le loro famiglie e amici erano al sicuro più di un miliardo di volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *