#IononRischio torna nelle piazze il 17 e il 18 novembre

#IononRischio torna nelle piazze il 17 e il 18 novembre

Torna il fine settimana dedicato a Io non Rischio, la campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. L’appuntamento è per sabato 17 e domenica 18 ottobre dove, in oltre 400 piazze distribuite sul territorio nazionale, potrete trovare i punti informativi di “Io non rischio” allestiti da circa 4.000 volontari e volontarie. L’obiettivo è quello di sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.

La novità per questa edizione sarà la #tweetstorm, una mobilitazione virtuale su Twitter che si svolgerà venerdì 16 ottobre 2015, dalle 11:00 alle 13:00, per promuovere la partecipazione agli appuntamenti di piazza. Ancora l’hashtag che aggregherà questa “tempesta di tweer” non è stato diffuso, ma è chiaro l’obiettivo di creare un flusso e un interesse tale da entrare nei trending topic, coinvolgere il maggiore numero di utenti e convincerli a scendere in piazza per incontrare i volontari di “Io non rischio”.

DI seguito alcune indicazioni da seguire e che potete trovare sul sito di Io non rischio, per partecipare in modo autonomo alla #tweetstorm.

Come twettare durante lo storm? L’importanza di creare un dibattito

  • Realizzare tweet che stimolino il dibattito e non siano autoreferenziali. Più retweet o tweet di risposta ottiene il nostro post, maggiore è il coinvolgimento che siamo stati in grado di suscitare (es: “L’Italia è un paese esposto a molti rischi naturali. Solo conoscendoli possiamo rendere più sicuro il nostro territorio#iononrischio” oppure “Siamo meno esposti ai rischi se li conosciamo. Il 17 e 18 ottobre partecipa a #iononrischio”).
  • Utilizzare mention di altri account nei propri tweet (es: @Anpas_Sicilia, @procivpadova @ProvinciadiRE, @RegioneLazio), soprattutto di quelli che potrebbero essere interessati al tema che stiamo proponendo e che hanno un buon bacino di follower (meglio se nell’ordine delle migliaia).
  • A questi account possiamo chiedere un retweet se condividono il contenuto dei nostri messaggi (lo si fa inserendo nei propri tweet la dicitura “Please RT”, che significa “please retweet”).

Foto, immagini e link

Corredare i nostri tweet  di foto, immagini e link favorisce la loro condivisione. Per questo consigliamo di recuperare  foto delle vecchie campagne e link alle pagine del sito di #iononrischio che ci sembrano più significative.

 

Siete un associazione o un ente pubblico che parteciperà a Io non rischio? Segnalate subito i vostri profili social!

 

Su www.iononrischio.it è possibile consultare tutte le piazze coinvolte nella campagna e i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare per proteggersi dai rischi naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *