Web 2.0 al Campo Scuola Regionale CRI Toscana

Web 2.0 al Campo Scuola Regionale CRI Toscana

“La Toscana in crescita” questo il motto del terzo Campo Scuola del Comitato Regionale Toscana della Croce Rossa Italiana che si è svolto dal 12 al 15 settembre nella suggestiva location di Alpe di Poti (AR). Un grande successo e soprattutto soddisfazione per il Comitato Regionale Toscana della Croce Rossa Italiana che ha visto circa 200 partecipanti destreggiarsi tra corsi di Cartografia, Telecomunicazioni, Sala Operativa, Logistica, Coordinatori Emergenze di 2° livello, Supporti informatici per le Attività di Emergenza ed Istruttori di Protezione Civile. Per la prima volta, poi, è stato affrontato il tema del web 2.0 che negli ultimi anni sta assumendo un ruolo sempre più di primo piano nelle attività di emergenza. Un primo impatto per coloro che aspirano a lavorare in una Sala Operativa per capire come questi strumenti posso essere dei validi alleati:

  • in fase di preparazione per informare e fidelizzare gli utenti;
  • in fase di soccorso per dare informazioni utili sull’emergenza, ma soprattutto per ricevere informazioni dagli utenti e rispondere alle loro richieste e segnalazioni;
  • in fase di superamento dell’emergenza per facilitare la diffusione delle comunicazioni, promuovere raccolte fondi e mantenere alta l’attenzione sull’evento.

Un’eccellenza in questo campo è rappresentata dal DigiDOC, il Digital Center Operations dell’American Red Cross che si occupa di monitorare i social media 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per prevenire e gestire le emergenze. Un modello che ha tanto da insegnare alle numerose Sale Operative che si approcciano all’uso dei social media e cercano di riprodurlo nel loro piccolo. Un esempio? La Sala Operativa della Protezione Civile della Provincia di Firenze che, sfruttando le risorse interne, ha messo appunto un’articolata strategia per gestire le emergenze e dare informazioni online. In occasione del Campo Scuola Regionale ho avuto modo di illustrarla in breve con le slides che trovate qui di seguito!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *